CRIMINI D’ODIO: RAGAZZO AGGREDITO E MALMENATO A TORINO A CAUSA DEL SUO ORIENTAMENTO SESSUALE

0
1675

Torino, 9 Aprile 2021 – Proprio nel periodo in cui si sta discutendo in Senato – purtroppo ancora, a causa dell’ostruzionismo di alcuni schieramenti politici – sull’approvazione del disegno di legge sulla omotransfobia e sulla discriminazione basata sul genere, un ragazzo, alle ore 21,00 circa di domenica 4 Aprile, è stato aggredito ed ha subito percosse sotto i portici di Via Nizza a Torino, nei pressi del civico 5, dopo che gli è stato rivolto l’epiteto “maricon” (frocio in spagnolo).

Vittima della violenza, sia fisica che psicologica, è stato Henry Gomez Simón Andre, classe 1998, di nazionalità cilena, residente e domiciliato a Torino per motivi di studio dall’ottobre del 2019 ( Simón Henry (@sianhego) • Foto e video di Instagram ).
Il giovane si stava recando ad acquistare delle bevande in un mini-market quando è stato avvicinato da un gruppo di 4-5 ragazzi di nazionalità mista. Uno in particolare ha iniziato a rivolgersi a lui urlando:”Maricon!” e, seppur iniziando a percepire timore e senso di disagio, la vittima ha cercato di non dar peso alla cosa ed alle parole offensive a lui rivolte. Dopo pochi attimi uno dei componenti del gruppo, il quale si è dichiaratamente manifestato come di nazionalità italiana, gli si è avvicinato ed ha iniziato ad aggredire fisicamente la vittima con due pugni al viso ed un calcio ai genitali.
Durante l’aggressione, a causa del rumore chiaramente causato, il titolare del mini-market è intervenuto per dare fine alla stessa e soccorrere la vittima che, presa dallo spavento, è fuggita per rifugiarsi nell’abitazione di amici da cui proveniva, i quali gli hanno prestato primo soccorso.
Nell’immediatezza dell’accaduto, una volta riuscito a rientrare nello stabile di Via Nizza n.5, la vittima ha filmato un video delle lesioni subite sul volto, spiegando cosa era appena accaduto.

FullSizeRender
Torino, una tra le città italiane con maggiori aspirazioni europeiste e ritenuta, da molti, tra le “più evolute” del nostro paese.
Questo fatto – come tanti altri ancora – dovrebbe essere dimostrativo di quanto il nostro paese abbia bisogno di un provvedimento che tuteli, in concreto, tutte le persone che, ogni giorno, sono costrette a subire questi comportamenti.
E mentre in Senato c’è ancora qualcuno che sostiene, con opinabili argomentazioni, che una legge di questo tipo determinerebbe una discriminazione “al contrario”, i presunti “maricon”, A TORINO, vengono presi a calci e pugni per strada, in pieno centro…IN VIA NIZZA.
A seguire il caso di Henry Gomez Simón Andre è l’Avvocato Alessandro Abate.